Ciondoli utopici

CIONDOLI/ UTOPICI AVVENIRISTICI,
NEO-ARMATURE E COLLI-SCULTURE



di Anna Laura Longo ( arte-poesia )


foto : Matteo Barale




Sulla base di geometrici influssi e suggestioni architetturali prende corpo
una miscellanea di strutture " intrepide" pronte a cingere o
avvolgere la parte alta del corpo, teorizzando un´ eleganza astratta,
mai disgiunta da portanti flussi di parole, che all´ oggetto assegnano
nuove responsabilità e criteri di attualizzazione.





Imprescindibile dunque il legame-vincolo con i brevi testi in versi, che
attribuiscono connotati specifici e più che altro vivificanti.





Asimmetrici colli-sculture in ferro cui si aggiungono neo-armature e
iperfuturibili monili, visti come concrezioni di pensieri, sopra cui il
futuro potrà presto adagiarsi.





Accanto ad una ipotesi di indossabilità si profila una mera degustazione
per gli occhi, specificamente per gli esemplari da parete, che richiedono
spesso un appoggio obliquo o sospensioni sopra tele o teche, con possibili
scomposizioni tra rigonfiamenti ed elementi staccabili, quasi insulari.





Una soffice imbottitura è posizionata all´ interno di aulici palloncini.
E quest´ ultimi divengono ora morbidi raccoglitori di segreti,
ora validi indicatori di strade oltrechè volumetrici fulcri e punti-luce.





Nuove gemme dunque per inusitate forme, che donano accentuazione alla
ricerca sulle cromíe, vitaminiche o al contrario eteree,
ma pur sempre nette ed assertive.





I ciondoli/ utopici sono delle formule interroganti, ciascuno animato da proprie
" vicissitudini" e spigliatamente proteso a tessere inviti per una
fertilizzazione dei nostri terreni immaginativi.